Chi siamo

A.L.I.Ce… chi è?


La parola A.L.I.Ce. è l’acronimo di Associazione Lotta Ictus Cerebrale.


A.L.I.Ce. Subalpina è formata da volontari laici, da persone colpite da ictus e dai loro familiari e da medici, infermieri e psicologi. L’Ictus è la prima causa di invalidità, la seconda causa di demenza, la terza causa di morte nei paesi tecnologicamente avanzati.

Un trattamento appropriato e tempestivo riduce significativamente il tasso di mortalità e/o invalidità ma, nonostante il progresso della scienza e della tecnica l’ictus è ancora frequente e invalidante. Molti sono i fattori che incidono in tal senso: scarsa informazione dei cittadini sui Fattori di Rischio; scarsa sensibilizzazione delle Istituzioni; esigua rete Sanitaria idonea a trattare l’Ictus; scarse strutture Ospedaliere idonee al trattamento dell’Ictus.
A.L.I.Ce. Subalpina vuole in prima istanza contrastare l’Ictus, coinvolgendo i cittadini con una migliore informazione sui Fattori di Rischio, e le istituzioni locali in attività di informazione, formazione e prevenzione nonchè nella creazione di una migliore e maggiore rete sanitaria per il trattamento dell’Ictus.


L’Associazione vuole sostenere coloro che purtroppo hanno già subito un Ictus, assieme ai loro familiari, avvicinando gli operatori sanitari al cittadino, facilitando lo scambio di informazioni tra pazienti, aiutandoli nei percorsi burocratici e sostenendoli psicologicamente.


Infine A.L.I.Ce. Subalpina intende battersi per migliorare il percorso riabilitativo, sia presso strutture convalescenziarie ma soprattutto creando una rete domiciliare affinchè il paziente non venga ulteriormente allontanato dai suoi cari e dal mondo nel quale ha vissuto, con un evidente giovamento psicologico, e aiutando inoltre i famigliari nella cura del caro stesso.